Progettare un locale pubblico: gli elementi fondamentali
50899
single,single-post,postid-50899,single-format-standard,edgt-core-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,vigor child-child-ver-1.0.0,vigor-ver-1.4, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-4.4.2,vc_responsive
Progettare locale pubblico - Bocchini arredamenti

Progettare un locale pubblico: i 5 elementi esterni fondamentali

Provate a mettervi nei panni di chi, in una città sconosciuta (e magari senza smartphone), deve cercare un locale dove pranzare o cenare. Perché sceglie un ristorante e ne scarta un altro? A cosa presta attenzione prima di prendere una decisione ed entrare in un bar? Quali sono i dettagli che ispirano fiducia e stimolano i sensi del cliente? Ai fini della scelta il primo aspetto determinante è l’impatto visivo esterno del locale: un fattore cruciale che gli addetti ai lavori spesso sottovalutano. Oggi parliamo di questo tema e vi spieghiamo quali sono i 5 elementi esterni fondamentali da tenere in considerazione per progettare un locale pubblico.

 

 

  1. L’insegna. Ovvero il biglietto da visita di locale. L’insegna (e più in generale la cartellonistica) ha il compito di prendere il cliente per mano e condurlo all’interno. Ma soprattutto deve esprimere l’atmosfera che si respira nel locale: c’è differenza tra una trattoria e un locale ultra chic, tra quello generalista e lo specializzato, tra il locale pop e l’intimo, tra una pizzeria e un ristorante! L’insegna deve rappresentare correttamente l’identità e la personalità del locale.

 

  1. L’ingresso e/o le vetrate. È importante garantire al potenziale cliente la visione dell’interno. È un fattore rassicurante e fa percepire il valore e la serietà del locale. Si può anche giocare con il grado di visione e decidere di mostrare solo in parte l’interno: in questo modo è possibile attirare la curiosità del cliente e spingerlo ad entrare.

 

  1. Il menù. Se l’insegna è il biglietto da visita, il menù è senza dubbio la carta d’identità: comunica al cliente il tipo di cucina che dovrà aspettarsi. Tradizionale o rivisitata, etnica o casereccia: le tendenze gastronomiche dei locali pubblici sono molto cambiate negli ultimi anni! Il menù dovrebbe essere sempre esposto all’esterno e riportare i prezzi: la trasparenza paga e trasmette un grande senso di libertà.

 

Progettare un locale pubblico

 

 

  1. La luce. Non c’è più spazio per neon piatti e luci sparpagliate ad illuminare la scena senza alcun senso logico. La luce deve essere studiata con attenzione per esaltare i dettagli di un locale: una bella pianta, un ingresso curato o un arredo particolare. Bisogna mettere il locale al centro, come in una scena teatrale: in questo modo il cliente sarà invogliato ad entrare.

 

  1. La facciata. Ogni cosa in un locale pubblico deve comunicare, anche il muro che delimita l’ingresso. Targhe di onorificenza, ornamenti, piante, luci, sono perfette, strumenti utili per rendere davvero impeccabile l’impatto visivo esterno di un locale.

 

Fuori classifica: il dehors. Cosa c’è di più triste di un giardino lasciato a se stesso? Oppure adibito a parcheggio? Il dehors è come il giardino di casa, non deve essere abbandonato. Neppure d’inverno. Non tutti i locali hanno la fortuna di averlo. Chi ce l’ha deve sfruttarlo al meglio: potrebbe essere il posto giusto per una pausa sigaretta durante un lungo pranzo o per isolarsi nel caso di una chiamata di lavoro urgente.

 

Continuate a seguirci (anche su Facebook): nel prossimo post vi parleremo dei 5 elementi interni fondamentali per progettare un locale pubblico di successo.

Sei curioso di sapere altro? Scrivici!

Nome*

Email*

Messaggio*